Il centro Edizione Pescara

07 febbraio 2014

PalaSenna allagato, a Montesilvano scoppia la polemica

Titolari di società e atleti attaccano il presidente del volley che è stato assessore allo Sport nella precedente giunta di Rosa Anna Buonomo 

MONTESILVANO. «Quello della Pallavolo Montesilvano contro il PalaSenna è un accanimento inutile». É l’opinione espressa da diversi atleti e titolari di società sportive all’indomani delle dichiarazioni del presidente della squadra di volley, Mauro Orsini, contro l’agibilità inibita e le infiltrazioni d’acqua dal tetto.

«I problemi sono innegabili», commenta Barbara Di Febo, presidente della Virtus Basket, «ma quello della Pallavolo Montesilvano è un accanimento che non si comprende. I lavori sono in corso. Ci sono tempi burocratici che indubbiamente pesano, ma sono cose che non dipendono dalla politica. Al momento nell’impianto non si possono disputare le partite, però il palazzetto ci permette di allenarci e per noi questo è vitale».

L'impianto è fondamentale anche per gli allenamenti della Asd Ginnastica Igea 2000 Montesilvano. A spiegarlo è Ernina Trave. «Ci stiamo allenando regolarmente al palazzetto, cosa per noi importantissima» dice. «Non possiamo organizzare eventi sportivi per il discorso dell’agibilità, ma gli allenamenti procedono senza problemi. Sono state già apportare migliorie, ad esempio gli spogliatoi e i servizi igienici. La ditta è al lavoro e le criticità si risolveranno. Le difficoltà possono essere superate con il buon senso. Il PalaSenna ci consente di continuare a lavorare per lo sport e i bambini di Montesilvano». Sul caso interviene anche Fabrizio Tomei, vicepresidente della Poker Montesilvano: «Gli spogliatoi sono pulitissimi, l’impianto di riscaldamento è stato messo a nuovo, stanno lavorando per risolvere gli altri problemi e l’assessore D’Alonzo è molto presente. Non abbiamo alcun problema ad allenarci. Ci dissociamo da ogni strumentalizzazione politica».

Parla di «critiche infondate» l’assessore allo Sport Enea D’Alonzo. «Da mesi, l’ex assessore Orsini strumentalizza il PalaSenna per un puro tornaconto politico personale» sottolinea. «Ha avuto anni, quando era assessore, per controllare l’andamento dei lavori e produrre tutta la documentazione sull’agibilità. Stiamo procedendo con grande intensità cercando di riportare la normalità nelle realtà sportive cittadine. Il bellissimo rapporto di collaborazione che abbiamo riscontrato con le associazioni chiaramente non si può pretendere da chi si preoccupa più della propria personale visibilità, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali, che dei problemi della città. Sulle tariffe applicate, invito tutti i cittadini a fare un confronto con le realtà pescaresi, per rendersi conto dell’infondatezza delle dichiarazioni dell’ex assessore. Ricordo a Orsini che, a oggi, gli uffici comunali non hanno ancora ricevuto le attestazioni di pagamento per l’utilizzo degli impianti sportivi della sua associazione per il periodo che va da ottobre a gennaio».  


NEWS